Previous ◁ | ▷ Next

Progetto

Il progetto TRAZZERE è un progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento della Gioventù e dei Servizi Sociale Nazionale, nell'ambito dell'Avviso "Gioventù per la valorizzazione dei beni pubblici".

Promuove l'occupazione e l'imprenditorialità giovanile in un ottica di sviluppo sostenibile e di inclusione sociale attraverso la valorizzazione in chiave eco-turistica del patrimonio locale, dei saperi tradizionali e delle risorse culturali e rurali.

Secondo il progetto, l"Ex-Masseria Tumino", sede delle attività progettuali, viene adeguata alle funzioni di eco-ostello e centro giovanile di formazione non formale per promuovere nuovi modelli di sviluppo economico del territorio basati sulle pontenzialità offerte dai settori intrconessi della agricoltura, della cucina tipica e del turismo unitamente alla cultura dello sviluppo sostenibile e della tutela ambientale.

DESTINATARI

I giovani tra i 14 e i 35 anni, residenti nel territorio della provincia di Ragusa.

ATTIVITÁ

  • attività di orientamento per l'identificazione di attitudini, abilità, competenze, in un'ottica di confronto con le reali opportunità professionali offerte dal mercato del lavoro locale e propedeutiche all'inserimento nelle attività formative previste dal progetto.
  • attività di consulenza, accompagnamento e formazione per le opportunità di accesso al credito, microcredito, alle sovvenzione pubbliche e programmi europei rivolti ai giovani, la creazione e lo start up di impresa, di cooperative sociali o associazioni.
  • giornate di sensibilizzazione volte alla promozione dei campi di lavoro e dei laboratori quali strumenti formativi non formali, delle realtà territoriali operanti nei settori dell'agricoltura naturale e della cucina tipica, dell'ecoturismo in quanto mezzo di sviluppo economico sostenibile del territorio.
  • corsi di formazione laboratoriale di agricoltura naturale e cucina tipica ragusana che termineranno con la selezione di 2 giovani da impiegare come risorse umane presso la struttura(addetto alla coltivazione e addetto alla cucina tipica)
  • attività di volontariato e campi di lavoro finalizzati alla trasmissione non formale di contenuti e pratiche inerenti l'agricoltura biologica, la valorizzazione ambientale, la cucina tipica, attività creativa di riutilizzo e i servizi di accoglienza turistica. Piccoli gruppi di giovani potranno pertanto alloggiare nella struttura, condividere i ritmi e partecipare alle attività realizzate nelle masserie.
  • ecoturismo rurale, valorizzando il territorio attraverso l'accoglienza dei turisti in masseria e il loro coinvolgimento nei percorsi e nei programmi riguardanti il patrimonio ambientale, archittetonico, enogastronomico, artistico e culturale locale.

 

 

primi sui motori con e-max

Free Joomla! template by Age Themes