TRAZZERE è un progetto vincitore del bando “Giovani per la Valorizzazione dei Beni Pubblici” e si propone di promuovere l’occupazione e l’imprenditoria giovanile in un’ottica di sviluppo sostenibile del territorio e di inclusione sociale attraverso la valorizzazione in chiave eco-turistica del patrimonio locale, dei saperi tradizionali e delle risorse culturali e rurali, attraverso la riqualificazione della struttura demaniale denominata “ex Masseria Tumino”, sita in c.da Castiglione a Ragusa.

Nel contesto della campagna ragusana in un’antica masseria ristrutturata risalente al 1800 e adiacente a all’area archeologica di Castiglione, il progetto propone, per il periodo cha va da giugno 2016 a dicembre 2016,  campi di volontariato su agricoltura sinergica, cucina tipica, laboratori di riuso creativo, percorsi formativi pratici e teorici  sulla natura, eventi culturali, archeologia e tanto altro. Puoi scaricare il programma mensile e il modulo d'iscrizione in allegato a questo articolo.

 

Se hai fra i 14 e i 35 anni, con il progetto Trazzere e i Campi di Volontariato, puoi sperimentare, divertirti e condividere esperienze in attività di gruppo, mettere in gioco la tua creatività, fare un’esperienza lavorativa alternativa e a contatto con la natura. Il progetto fonda i propri valori sullo sviluppo sostenibile, il turismo verde e responsabile, nel riciclo e nel riuso, nella valorizzazione del patrimonio storico e naturalistico. Partecipando ai campi di volontariato sarai protagonista e artefice di queste prassi virtuose.

Da volontario beneficerai di ospitalità gratuita presso l’ex masseria riconvertita in eco-ostello. Le attività dei campi di volontariato riferiranno alla libera creatività, ai momenti formativi laboratoriali e le sessioni in aula, alla conduzione ordinaria e quotidiana dell’ecostello/masseria. Contribuirai a rendere la masseria un centro polifunzionale per la promozione e la conoscenza dei patrimoni del territorio ragusano.

Con il supporto degli operatori di progetto, realizzerai una piacevole esperienza affiancandoci  nelle attività di semina, piantumazione, manutenzione dell’orto sinergico e botanico, riconoscimento e raccolta di piante selvatiche tipiche della flora locale e attività in cucina.

Scarica il programma mensile del campo e il modulo d'iscrizione in allegato a questo articolo (in basso)

 

TEMPISTICHE, MODALITÁ DI ISCRIZIONE E ALTRE INFORMAZIONI

 I campi di volontariato avranno una durata di tre settimane al mese. Il volontario/a potrà decidere se iscriversi per l’intera durata del campo usufruendo gratuitamente del posto letto oppure scegliere di partecipare per alcuni giorni con o senza pernottamentoAltresì è possibile partecipare all’intero campo di volontariato scegliendo di non pernottare e di recarsi, giornalmente, con mezzo proprio in masseria. Per chi decidesse di usufruire del posto letto dovrà essere munito di sacco a pelo.

Le iscrizioni al capo di volontariato resteranno aperte senza limite di tempo. La residenzialità non è obbligatoria bensì facoltativa. Il volontario o volontaria potrà decidere quanto tempo fermarsi scegliendo i giorni in base ai propri impegni (il minimo di frequenza è di una giornata) indicandoli all’atto dell’iscrizione nell’apposito modulo in allegato.

Le richieste d’iscrizione dovranno essere inviate all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. compilando apposito modulo in allegato (corredato di copia del documento di identità) scaricabile in fondo a questo articolo. Oltre al modulo di candidatura è presente in allegato il programma dettagliato del campo relativo al periodo di riferimento.

Per i volontari che vorranno beneficiare del servizio di accoglienza in eco-ostello, in caso si superasse il numero di richieste eccedenti i posti letto disponibili, si utilizzeranno i seguenti criteri selettivi:


- beneficiato dei percorsi individuali di orientamento ovvero dei percorsi formativi previsti dal progetto TRAZZERE; 
- Residenza in provincia di Ragusa; 
- Ordine d’arrivo delle richieste d’iscrizione

 

ATTIVITÁ TEMATICHE PREVISTE DURANTE I CAMPI

 

  • Laboratorio pratico di arredamento con materiale di riciclo.
  • Laboratori creativi o di lavori pratico-manuali.
  • Ore formative di laboratori scientifici in ambito naturalistico.
  • Ore formative su aspetti relazionali di gruppo.
  • Organizzazione, realizzazione e partecipazione ad eventi culturali in masseria.
  • Formazione teorico pratica sui principi della permacultura e dell’orto sinergico.
  • Progettazione e cura dell’orto botanico e del frutteto
  • Attività ordinarie e quotidiane di autogestione della struttura
  • Cura delle aree verdi.

 

INDICAZIONI STRADALI

Ex- Masseria Tumino, SS 514, Km 1,500, Contrada Castiglione s/n - Ragusa (visualizza la mappa)

 

CONTATTI UTILI

Per avere informazioni più dettagliate sul campo di volontariato: Responsabile del Programma di Volontariato: Andrea 329-5743060 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per tenerti aggiornato seguici sul sito www.trazzere.it  oppure su facebook alla pagina “Progetto Trazzere”“Terra e Popoli Onlus -Tep”

 

AVVERTENZE

Si prega di comunicare eventuali allergie e/o intolleranze così come eventuali disabilità compilando le apposite voci nel modulo di iscrizione.

 

 TI ASPETTIAMO!

 

Attachments:
Download this file (CDV Giugno 2016.pdf)Bando[ ]566 kB
Download this file (Modulo di candidatura agosto- settembre.pdf)Modulo iscrizione[Modulo iscrizione]609 kB
Download this file (Programma campo settembre-ottobre.pdf)Programma settembre - ottobre [Programma settembre - ottobre]153 kB

I campi di volontariato

Opportunità di crescita e confronto all’insegna della formazione informale, non formale, della socialità e dell’ecologia.

 

Presentazione generale

 

La masserie Tumino - che grazie al progetto Trazzere è stata convertita in ecostello – è la location in cui si svolgeranno i campi di lavoro volontario che sono diretti ai giovani tra i 14 ed i 35 anni, con finalità di crescita personale, per una maggior conoscenza del territorio e delle tradizioni, dello sviluppo di comportamenti ecosostenibili, l’acquisizione di competenze spendibili successivamente anche sul piano professionale.

 

I giovani, in piccoli gruppi di massimo 5 volontari, potranno alloggiare nella struttura, condividere i ritmi e partecipare alle attività realizzate nella masseria, svolgendo piccole mansioni, secondo un programma condiviso e nel rispetto delle misure di prevenzione dei rischi.

 

Il campo di lavoro avrà una durata di tre settimane per ciascun gruppo di volontari.

Durante la durata del progetto si prevede di ospitare come volontari almeno 50 giovani.

Il campo di lavoro prevede un programma di attività lavorative della durata massima di 5 ore al giorno, per 6 giorni a settimana. Il programma di lavoro prevederà lo svolgimento di piccole mansioni a supporto alle attività realizzate all’interno della masseria. Il compito del volontario sarà quello di coadiuvare il lavoro degli operatori in modo da essere guidati nel processo di acquisizione delle competenze legate allo svolgimento di quella mansione.

Essendo ampio l’ambito di svolgimento delle attività (manutenzione della struttura, produzione agricola, cucina e ristorazione, accoglienza ed accompagnamento dei turisti) e variabile in base al periodo, le mansioni dei volontari saranno programmate di volta in volta secondo il loro periodo di permanenza, e assegnati a ciascuno secondo gli interessi, l’attitudine, la formazione e la motivazione.

Il volontario potrà apportare nuove idee e ad utilizzare la propria creatività per stimolare il miglioramento delle attività svolte all’interno della masseria. Fondamentale sarà il contributo della creatività dei volontari nelle attività di riutilizzo del materiale riciclabile. Il programma di lavoro sarà condiviso e agito nel rispetto delle misure di prevenzione dei rischi.

Il gruppo dei volontari sarà supportato e guidato dalla figura di un tutor/mentore.

 

La selezione dei volontari sarà avviata un mese prima dell’inizio del primo campo di lavoro, per permettere ad ognuno di manifestare il proprio interesse a candidarsi. Ai volontari non verrà richiesta nessuna formazione tecnica e nessun titolo di specializzazione. Piuttosto, ai fini della selezione avranno maggior valore interessi, attitudini e motivazioni del candidato a prendere parte al progetto, così come la condivisione dei principi ed obiettivi del progetto.

 

Durante le tre settimane del campo di lavoro, i volontari parteciperanno a degli incontri di formazione della durata di circa 10 ore settimanali.

Il programma di formazione rivolto ai volontari riguarderà: tematiche generali trasversali (il regolamento della struttura, sui comportamenti ecosostenibili, il volontariato quale strumento di crescita personale e promozione sociale, le tipicità rurali e culturali del territorio e le tradizioni, la cultura e i comportamenti ecosostenibili); temi specifici inerenti le mansioni da svolgere, secondo il periodo di permanenza; attività gruppo e dinamiche che attivano e facilitano i processi comunicativi, la relazione, l’autovalutazione.

 

Nel corso delle ore libere dal lavoro e dalla formazione i volontari dovranno autogestire, organizzare e condividere le attività quotidiane come la pulizia e la manutenzione ordinaria degli alloggi e degli spazi condivisi, la preparazione dei pasti.  

Nello svolgimento delle suddette attività i giovani dovranno adottare le pratiche eco-sostenibili previste dal regolamento volte al risparmio energetico ed al contenimento dell’impatto ambientale come la raccolta differenziata dei rifiuti, l’utilizzo di prodotti ecologici per la pulizia e la manutenzione, il riutilizzo dei materiali riciclabili.

In tal modo potranno sviluppare le loro capacità di autogestione e di adattamento e acquisire abitudini e comportamenti rispettosi dell’ambiente e delle risorse.

La domenica sarà libera da impegni di lavoro o formazione.

I volontari saranno invitati a scrivere una testimonianza, racconto dell’esperienza che sarà poi inserita sul sito ai fini comunicativi e utile ai fini valutativi.

Vitto ed alloggio dei volontari saranno a carico del progetto.

 

Esempi di alcune attività pratico/formative

 

Ordinarie

 

Durante la permanenza nell’ecostello, i volontatari potranno prendere parte a diverse attività ordinarie atte al mantenimento funzionale del sistema masseria. La masserie/ecostello ha a disposizione diversi appezzamenti di terreni, in uno di essi è stato già avviato l’orto sinergico. In altri appezzamenti di terreno adiacenti alla struttura è in corso la preparazione di un orto botanico nel quale si stanno mettendo a dimora specie selvatiche della flora locale a puro scopo didattico e, ancora, in un altro appezzamento  si sta preparando l’impianto di un frutteto, nel quale verranno piantate cultivar tipiche del territorio ibleo. I prodotti dell’orto sinergico e del frutteto, così ottenuti, verranno riutilizzati e consumati in masseria.

 

La struttura inoltre dispone di una cucina accessoriata e professionale, uno spazio idoneo alla preparazione di pietanze con i prodotti ottenuti dall’orto sinergico e dal frutteto oppure tramite forniture di produttori locali individuati nella mappatura prevista dal progetto Trazzere.

 

L’orto sinergico, l’orto botanico e il frutteto sono gli strumenti, nonché le fondamenta sul quale si baseranno le attività ordinarie pratiche e formative rivolte ai volontari. Ecco alcuni esempi di cosa i volontari apprenderanno:

 

  • Orto sinergico e frutteto: tecniche di agricoltura biologica e sinergica, conoscenza dei cicli delle piante coltivate e le varietà, consociazioni. La tecnica e il significato dei bancali. Conoscenza dei frutti e pratica degli innesti.
  • Orto botanico: programmazione per la cura delle piantine (irrigazione periodica ecc), conoscenza delle specie della flora locale, creazione di un CEA (centro di educazione ambientale), accompagnamento delle scolaresche in visita, creazione di cartelli didattici
  • Cucina: la cucina tipica locale, tecniche di conservazione del cibo, laboratori e corso di cucina.
  • Giornate di sensibilizzazione: accoglienza dei visitatori e organizzazione

 

Altre attività ordinarie quotidiane sono: la cura dei terreni (orto sinergico, frutteto e orto botanico), manutenzione e pulizia della struttura, momenti formativi di gruppo, autogestione del tempo libero e di socialità e tanto altro, accoglienza degli ecoturisti e delle scolaresche o qualsiasi visitatore esterno… e tanto altro.

 

Altre attività pratico/formative

 

Nell’ambito dei campi di volontariato le attività ordinarie saranno solo la base delle attività quotidiane. Oltre alle attività ordinarie suddette il programma verrà arricchito con attività formative di qualsiasi genere. Fondamentale a tal fine sarà la condivisione reciproca di idee fra i volontari i quali saranno protagonisti assoluti e creatori dei contenuti del programma.  Alcuni esempi di tali attività:

 

  • Arredamento: laboratori sul riutilizzo di materiale per creare elementi di arredo per la struttura (librerie, sedie e altro)
  • Autoproduzione, riciclo, riutilizzo: laboratorio di saponificazione, laboratorioproduzione carta riciclata, riutilizzo e recupero delle acque di cottura e di lavaggio ecc
  • Ideazione di eventi culturali aperti al pubblico: concerti, gruppi di lettura, cineforum ecc

 

Questi finora elencati sono solo degli esempi, è chiaro che all’elenco non c’è un limite alle possibili attività da poter svolgere in masseria.

 

Competenze e Certificazione

 

Obiettivo principale del progetto e quindi dei capi di volontariato è quello di dare ai giovani opportunità di esperienze professionali alternative; che siano anche applicabili e replicabili nella vita professionale quotidiana e che quindi entri a far parte del baglio culturale dei giovani volontari.

Free Joomla! template by Age Themes